Calvinologie di Yann Apperry 

Musica composta e diretta da Massimo Nunzi
Regia di Laure Egoroff

 
La morte di Italo Calvino interruppe brutalmente la scrittura di una serie di conferenze sulla letteratura che l’università di Harvard gli aveva commissionato.

L’insieme di queste conferenze è stato pubblicato con il titolo di Lezioni Americane, e ha dato a questa pièce – un  libero omaggio all’opera e alla vita di Calvino – il suo primo impulso d’ispirazione.

Eva, donna di una cinquantina d’anni, vive rinchiusa nel suo lussuoso appartamento a Manhattan a causa di uno strano disturbo. Ogni anno, nello stesso periodo, questo male la coglie inesorabilmente. Appena mette piede fuori di casa lo spazio davanti a lei si allontana, si espande in modo inquietante , il tempo si prolunga all’infinito. Per Eva è impossibile raggiungere qualsiasi luogo. Allora per distrarla, il suo compagno e i suoi amici organizzano ogni sera una grande festa. Come stasera, il 18 settembre 1985, quando suona il telefono e un misterioso interlocutore chiede di parlare con lei. È Italo Calvino che chiama dall’ospedale di Siena dove sta vivendo le sue ultime ore di vita. Lo sa, non supererà la notte, e prega Eva di uscire di casa per recuperare, dal suo amico Ramon Jeno, i testi di una conferenza che dovrebbe dare il giorno dopo ad Harvard, e di pronunciarli al suo posto. Eva è nel panico, spaventata a morte all’idea di dover affrontare il “fuori”, e poi perché lo scrittore aveva scelto proprio lei, una perfetta sconosciuta? Eva si lancia, come se sentisse confusamente il senso di questa opportunità di lasciarsi andare … forse non era un caso che Calvino l’avesse scelta come “messaggero”. Non aveva forse già avuto un ruolo simile, tanto tempo fa, in mezzo alle colline, quando era bambina, durante la guerra?

 

CALVINOLOGIE DI YANN APPERRY

 

Maria Laura Baccarini voce recitante e canto

Marco Moro flauto

Catherine Delaunay clarinetto

Antoine Berjeaut tromba

Gueorgui Kornazov trombone

Hugues Mayot saxofono tenore

Xavier Sauze saxofono baritono

Maxime Fougères chitarra

Mauro Gargano contrabbasso

Fabrice Moreau batteria

 

Da ascoltare su :

http://www.franceculture.fr/emissions/fictions-theatre-et-cie/calvinologie-et-la-foire-aux-chansons